ARTESE FEDERICO

    Pizzo, 14 agosto 1865 - Pizzo, 22 dicembre 1916

 

Uomo pio e portato ad opere di caritÓ, studi˛ e si laure˛ in teologia a Napoli ove fu sacerdote fino al 1892. Ritornato in Calabria insegn˛ teologia al seminario di Mileto e con rare doti di profondo altruismo e caritÓ cristiana, dando fondo ai propri averi, si adoper˛ a lenire i mali che affliggevano i poveri. Nominato arciprete della collegiata di Pizzo, continu˛ strenuamente la propria missione distinguendosi per azioni benefiche nelle pubbliche calamitÓ come i terremoti del 1905-1908, il colera, il vaiolo e la prima grande guerra. Cooper˛ con proprie somme alla ricostruzione delle chiese abbattute dai terremoti. Mori d'infarto alla vigilia di essere eletto vescovo, mentre correva ad impartire l'estrema unzione ad un moribondo. Lasci˛ numerosi manoscritti di teologia.